Milano Piazza Cordusio Nuovo Look

Milano, Piazza Cordusio, Spazio ai Negozi
1 Mar

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look. Nel 2018, quando arriverà Starbucks, piazza Cordusio sarà diversa. Da regno degli uffici a cuore dello shopping e degli hotel con negozi, ristoranti e terrazze panoramiche aperti e illuminati anche di sera. Prosecuzione ideale di via Dante e pronta ad essere anche pedonalizzata.

Nel 2018 quasi tutti i dipendenti delle Assicurazioni Generali saranno trasferiti nella Citylife. L’imponente palazzo, svuotato, sarà pronto per essere riempito di negozi su via Mercanti e via Orefici. Le botteghe storiche, inclusa la Ditta Guenzati e il ristorante Al Mercante, stanno ricevendo comunicazione che l’affitto non verrà rinnovato.

HM lascerà la storica sede di Fiorucci in piazza San Babila ed era in trattative per subentrare a Trony (che chiude) in via Torino. HM potrebbe essere uno dei gruppi interessati a piazza Cordusio in piena metamorfosi.

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look – Arriva lo Shopping

Sino a ieri l’80% degli spazi era sede esclusiva di assicurazioni, banche e servizi pubblici. Oggi cambia radicalmente la funzione degli immobili, e i loro proprietari sono d’accordo. Riprogettare l’area in termini di sviluppo urbano, mobilità e flusso dei mezzi pubblici.

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look – Isola Pedonale

Piazza Cordusio potrebbe diventare l’ideale prosecuzione della galleria commerciale di via Dante. Una delle idee su cui si può ragionare è estendere l’area pedonale che dal Castello porterebbe fino a Piazza del Duomo, passando per via Orefici. Si manterrebbe il flusso dei tram ma con un binario solo dove si alternano i mezzi che vanno in direzioni opposte come accade, per esempio, alle Colonne di San Lorenzo.

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look – Gli edifici storici

Sei edifici di pregio si affacciano su Piazza Cordusio, per un valore che sfiora il miliardo di euro. Due sono coperti da ponteggi (quello delle ex Poste passato all’americana Blackstone e quello di Benetton all’angolo con San Prospero). Un altro, che fa capo al gruppo immobiliare Sorgente, verso via Dante, è stato svuotato. Palazzo Broggi, ex Unicredit, ceduto un anno fa al gruppo cinese Fosun, potrebbe accogliere negozi e un albergo di lusso. Tra i pretendenti, la catena Hilton (Waldorf Astoria) e la Shangri-La di Hong Kong. Mentre Dolce & Gabbana, per ora, non avrebbe formalizzato il suo interesse. Infine, il palazzo delle Generali, il gruppo assicurativo si trasferirà negli uffici di City Life. Il sesto, palazzo Biandrà che Cattolica assicurazioni ha rilevato alla fine del 2012, è l’unico (per ora) fermo alla vecchia idea di occupazione degli spazi, 90% uffici.

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look – Palazzo delle ex Poste

Il palazzo delle ex Poste, oggi di Blackstone, ospiterà al piano terra il colosso del caffè americano. L’edificio adiacente, su via Orefici, lasciato un anno fa da Luxottica e ora liberato anche dal negozio di giochi Città del Sole dovrebbe passare da Beni Stabili all’americana Hines. Mario Abbadessa intende riconvertirlo integralmente al retail con un investimento di valorizzazione a parecchi zeri.

Milano Piazza Cordusio Nuovo Look – Palazzo Broggi

Palazzo Broggi, verso via Broletto, rilevato dalla cinese Fosun, è a un punto cruciale dell’iter amministrativo. La Commissione paesaggio ha appena approvato piccole modifiche e in Comune si attende a breve il progetto finalizzato, con lavori che potrebbero cominciare a cavallo tra il 2017 e il 2018. Il piano prevede diecimila metri quadrati di negozi e un hotel di lusso Hilton con il marchio Waldorf Astoria, che in Italia non è ancora presente.